I programmi sportivi per persone con disabilità sono generalmente dotati di poche risorse. Nonostante il riconoscimento che tali programmi sportivi hanno implicazioni positive per lo sviluppo delle comunità, vi è la percezione che possano essere gestiti solo con costi elevati. La realtà è che un programma sportivo inclusivo è utile sia per i normodotati che per i disabili, e costituisce una soluzione economicamente vantaggiosa per i programmi di “sport per tutti”.

Oggi molti paesi riconoscono l’importanza dei programmi sportivi per disabili ma faticano a raccogliere i finanziamenti necessari. Anche laddove i finanziamenti sono presenti, rimane la mancanza di risorse ed esperienza per lavorare con atleti disabili. Nei paesi in cui sono state fornite le risorse e l’assistenza per la formazione, i programmi sportivi per disabili hanno avuto successo.

E il successo di questi programmi ha notevoli implicazioni nello sviluppo comunitario laddove costituiscono parte integrante di un programma comunitario inclusivo di sport per tutti.

Lo sport può avere un impatto positivo sulla vita delle persone con disabilità ma molti affrontano delle sfide per partecipare allo sport. Lo sport può svolgere un ruolo fondamentale nelle vite delle comunità di persone con disabilità, lo stesso che può avere per le persone senza disabilità.

Ci sono moltissime testimonianze a sostegno della partecipazione nello sport e nell’attività fisica di persone con disabilità in merito alle tendenze, le barriere e i benefici della partecipazione. Nel corso degli ultimi trent’anni, numerosi studi hanno rivelato che l’attività fisica e la partecipazione allo sport hanno prodotto un miglioramento dello stato funzionale e della qualità della vita delle persone con particolari disabilità.

L’integrazione e l’inclusione delle persone con disabilità negli sport tradizionali è stato un argomento chiave negli ultimi decenni e ha creato nuove opportunità di partecipazione e competizione. In una prospettiva più ampia, la partecipazione agli sport per disabili contribuisce anche alla costruzione di una nazione e di un’identità nazionale. Lo sport fornisce una piattaforma per acquisire abilità da utilizzare nella vita di tutti i giorni. Attraverso l’allenamento per uno sport, l’apprendimento di nuove abilità e il lavoro con gli altri, molte persone arrivano ad avere una migliore autodisciplina, migliori capacità organizzative, leadership e un senso di responsabilità per se stessi e gli altri. Inoltre lo sport e l’attività fisica aiutano a migliorare la sicurezza in se stessi, la consapevolezza sociale e l’autostima e possono contribuire all’empowerment delle persone con disabilità. E oltre a questo, il canottaggio pone le persone a contatto diretto con la natura, sull’acqua e all’aria aperta, migliora la loro sicurezza e stimola tutti i sensi oltre a fornire un modo unico di apprezzare e attaccarsi all’ambiente (Motivatemi: Capire cosa può motivare e attrarre le persone disabili per partecipare allo sport e all’attività fisica, Federazione Inglese Sport per Disabili 2014)

Il nostro progetto intende sfruttare il ruolo speciale che lo sport può svolgere per i giovani e le persone con disabilità come contributo importante per la coesione sociale e la creazione di società maggiormente integrate, sostenendo il principio dello ‘sport per tutti’, aumentando la partecipazione dei giovani allo sport e ponendo particolare attenzione all’inclusione sociale negli sport di gruppi di persone svantaggiate.